Crea sito
Home / Recensioni / Libri / Badroots – Cattive radici

Badroots – Cattive radici

badroots-cattive-radici-di-john-j-green-flowersBadroots – Cattive radici di John J. Greenflowers

Un libro di Tommaso Scutari

Premessa

Tra tutte le creature viventi, l’unica in grado di auto distruggersi, purtroppo è l’uomo. Quando Dio creò il nostro pianeta, donò al genere umano dei grandi alleati, lo fece con saggezza e perizia, affiancandoci esseri indispensabili per la nostra vita terrena. Così riempìdi verde la nostra terra , elargendoci creature di ogni specie e tra queste gli alberi con rami al cielo( molto più credenti di Noi ) Nel suo disegno, Dio affiancò all’essere umano la natura, la quale fece sI, che l’uomo potesse respirare, nutrirsi e vivere.

Solo, che gli umani, definiti esseri intelligente ( ma da quanto vedo d’intelligenza ne hanno ben poca ) hanno messo innanzi a tutto, il loro benessere , l’ avidità e la loro grande smania di prevaricare.

Iniziando così la loro auto-distruzione…

“La natura ha i suoi super eroi”

Badroots – Cattive Radici        

Appena ho preso questo volume fra le mani, il mio primo pensiero è stato: come farò a finirlo? Di solito, i libri di queste dimensioni mi spaventano, ma quando sono entrata nella lettura, mi sono subito ricreduta, appassionandomi ai “Sangueverde” ( Alberi, per chi non sapesse ancora di che sto parlando ) che da oggi, di certo guarderò in modo completamente diverso.

La lettura comincia a sorprendermi, pagina dopo pagina e inizio a capire ciò che l’autore vuole dirmi. Ogni passaggio è un sospiro, una scoperta, uno sguardo cupo o emozionato, e quelle 700 pagine non fanno più paura, anzi sono quasi una sicurezza: “il libro non terminerà troppo in fretta!” Così leggendolo, imparo, sì, imparo cose che non sapevo: apprendo che gli alberi parlano, comunicano tra di loro e lo comprendo grazie alla capacita di raccontare dell’autore e alla sua preparazione scientifica in materia. Ci sono passaggi in questo libro talmente autentici che non possono passare inosservati, perché ti toccano fin dentro al cuore. Un libro estremamente complesso, sia per il grande valore umano che accarezza questa storia , sia per la bravura dello scrittore, che non lascia nessun dettaglio al caso, donandoci una lettura completa, esplicativa sul tema trattato, la quale non può che farci riflettere, interrogarci su ciò che accadrà al nostro pianeta a breve, se l’uomo non cambierà totalmente il suo stile di vita.

Pagine di azione, suspense, scene mozzafiato, ci accompagneranno a vivere ogni passaggio con il fiato sospeso, alternando momenti di paura ad attimi d’inesauribile tenerezza. L’autore è in grado di descrivere scene forti ,cruenti, in modo così tangibile da farle realmente vivere al lettore, passando poi a scene d’infinita dolcezza e di grande significato umano.

Dalla penna di Tommaso Scutari nasce un libro “Denuncia” che lancia un messaggio forte al lettore: il bisogno di ritornare alle origini, quelle donataci durante la creazione, prima che sia troppo tardi per tutti noi …

La distruzione dell’uomo, del suo habitat sta procedendo: inquinamento, deforestazione, esperimenti chimici, nucleari e molto altro, stanno uccidendo il nostro pianeta.

Qualcuno direbbe: per l’amore della scienza. per migliorare la vita umana. Io urlo NO, come lo sta facendo l’autore tra queste righe.

La stiamo uccidendo NOI la vita umana, sì, ognuno di noi ne è responsabile con i suoi piccoli gesti quotidiani, contro i nostri alleati di sempre, stiamo morendo insieme a loro: il più bel regalo che Dio ci fece all’origine del mondo.

Badroots ha tutte le carte in regola per diventare un best seller e un prossimo capolavoro cinematografico, ma soprattutto va letto, compreso e amato affinché  i “Sangue verde” e i “Sangue rosso” si abbraccino finalmente per l’eternità.

Monica Pasero

About loscrignodeisogni

Commenti chiusi.

Scroll To Top