Crea sito
Home / Recensioni / Libri / Nove gradi di libertà
Nove gradi di libertà

Nove gradi di libertà

Nove gradi di libertaNove gradi di libertà

David Mitchell

Nove gradi di libertà è l’esordio letterario di David Mitchell, che prima di dedicarsi a tempo pieno alla scrittura (suoi anche “Sogno numero 9“, “A casa di Dio“, “L’Atlante delle nuvole“, “I mille autunni di Jacob de Zoet” e il recente “Le ore invisibili“), ha vissuto per nove anni (coincidenza?) in Giappone, insegnando la lingua inglese.

Giusto per dare una traccia, il libro è strutturato in nove scenari, in ognuno dei quali spiccano ambientazioni e stili di scrittura diversi, ma tutti legati da una sottile filigrana che, come la carta fotografica usata in camera oscura, alla fine rivela il disegno completo. 

Nove gradi di libertà potrebbe essere definito un romanzo circolare, ma anche una raccolta di racconti; tale è stata la maestria dell’autore a costruire delle storie che, a parte il filo in comune, rappresentano dei piccoli mondi a sé stante in cui si muovono dei personaggi assolutamente credibili e abilmente contestualizzati (con abile cura dei dettagli) in ambientazioni letteralmente agli antipodi.

Grazie a questo caleidoscopico utilizzo di voci, luoghi e registri narrativi tra loro completamente diversi, l’esperienza di lettura è sicuramente coinvolgente e nell’insieme alquanto originale.

Oltre alla prolifica creatività, di David Mitchell colpisce anche il distacco verso alcuni dei protagonisti delle storie che, uscendo fuori dalle canoniche righe, hanno richiesto sicuramente una concentrazione fuori dal comune. Caratteristiche queste che lo accomunano, con le dovute proporzioni, ad Haruki Murakami, che proprio su di lui ha fatto riferimento in un suo tweet, definendolo lo scrittore che sente più vicino a se.

Un libro da leggere, insomma. E anche quando la trama potrebbe non piacere, basterebbero da sole alcune invenzioni narrative a soddisfare il palato dei più esigenti divoratori di parole inchiostrate.

Nella prima edizione, Nove gradi di libertà  è uscito per i tipi della Frassinelli ma recentemente è stata rilasciata una nuova versione economica con etichetta Sperling & Kupfer, entrambe le case battenti bandiera Mondadori.

Luciano Triolo

About adminsds

Commenti chiusi.

Scroll To Top