Crea sito
Home / Recensioni / Dischi / The Color of light

The Color of light

DanaCunninghamThe Color of light
Dana Cunningham

Sin dal suo album di debutto come pianista nel 2002, Dana Cunningham ha dimostrato che la maestria del suo talento, non era soltanto tecnica, ma ispirata da un animo sensibile e profondo, immerso nella bellezza della natura.

Questo terzo disco è prodotto dal leggendario Will Ackerman fondatore della Windham Hill records, che ha scritto: “The Color of light è semplicemente il più impressionante lavoro di un pianista che io abbia sentito negli ultimi 20 anni”. 

Elegante lavoro di solo piano in cui la pianista ed il suo Steinway vi conducono in un viaggio ispirato dai colori del giorno, dalla notte e dalla transizione tra luce ed ombra.

Traendo profonda ispirazione dalla natura la musica fluisce nell’animo come balsamo rinfrescante della stressante vita contemporanea. Lei stessa ha detto: “Per me la musica è la via per aprire il cuore”, e quello che trasmette questo disco è senz’altro questo. Un disco eccellente, da ascoltare tutto di seguito, sprofondati in una comoda poltrona.

La registrazione è di primissimo livello, sono stati usati 11 microfoni per catturare l’essenza del suono del pianoforte, notoriamente uno dei più difficili da riprodurre, alcuni di questi sono gli ormai famosissimi Neumann U67s e i Neumann KM256s, entrambi modificati da Klaus Heyne.

Una coppia di Neumann KM84s sono stati sospesi sopra il pianoforte per catturare l’ambiente. Una coppia di Schoeps CMC541 Ug sono stati dedicati solo alle ottave superiori. Tutto è stato registrato con un ProTools TDM HD usando un Apogee AD16.

Giuseppe Candiano

About loscrignodeisogni

Commenti chiusi.

Scroll To Top